Zombismo: Aiutare un collega ad evitarlo

IMMAGINE Zombismo: Aiutare un collega ad evitarlo

Zombismo: Aiutare un collega ad evitarlo

Se ci avvicendassimo a cercare una definizione di zombismo sul dizionario o sull’ enciclopedia online più famosa del mondo non riusciremo a trovarne una definizione precisa.

Quello che troveremo è un focus sul termine zombie che, citando direttamente Wikipedia, viene definito come: “un termine […] per indicare la figura di un morto vivente, un cadavere ambulante.

” Perciò, alla luce di questo possiamo asserire che lo zombie è il termine che identifica degli esseri ormai privi di anima, mentre zombismo identifica, metaforicamente parlando, un particolare comportamento delle persone. Una persona zombisce quando vive passivamente, lasciando che tutto intorno a lui accada senza farsi domande e senza capirne o indagarne il perché; è quando non si reagisce più agli stimoli; è quando, proprio come uno zombie, che ripeto essere un cadavere ambulante, si trascina a fatica; è l’indifferenza più totale verso tutto ciò che lo circonda.

A mio avviso per risolvere il problema è necessaria la semplice e mai banale, ma spesso sottovalutata, comunicazione. Parlando, confidandosi, sfogandosi con un amico o una persona a noi vicina possiamo evitare di essere catturati dalla spire dello zombismo, prima che questo prenda il sopravvento.

Non tutti però hanno la forza di chiedere aiuto, nella maggior parte dei casi non si chiede aiuto perché il farlo presuppone la necessità di ammettere che c’è un problema e non tutti ne hanno il coraggio o la consapevolezza.

Quindi se la montagna non va da Maometto, Maometto va alla montagna! Dobbiamo essere noi a captare i segnali, perché anche gli insospettabili lanciano dei segnali di malessere e offrirgli aiuto, quell’aiuto che non ci chiederebbero mai.

Naturalmente ogni persona è sé e se a qualcuno basta un caffè o due chiacchere per esternare il proprio malessere, altri magari sono più chiusi ed introversi.

Con queste persone non bisogna insistere perché c’è il rischio di risultare invadenti e fastidiosi ma non si deve neanche mollare e lo dice una chiusa ed introversa! Una volta stabilito un legame anche i più introversi vuoteranno il sacco e abbatteranno quel muro che innalzano tra loro e il resto del mondo e permetteranno agli altri di aiutarli. In poche parole non dobbiamo fregarcene ma dobbiamo mostrarci realmente interessati alle persone.

In ogni caso bisogna essere pronti ad agire prontamente e non arrendersi se l’altra persona alza un muro.


2018 © Prolution Group - All rights reserved.