Dalla Colombia alla Prolution

IMMAGINE Dalla Colombia alla Prolution

Dalla Colombia alla Prolution

Cari colleghi, in anzi tutto voglio dirvi che scrivere non è il mio forte, e meno quando devo trasmettere le mie esperienze ed emozioni. ED AGGIUNGO IL FATTO CHE DEVO FARLO IN ITALIANO, che non è la mia madrelingua.

Ma eccomi qua, dimostrando che tutto si può fare. Adesso mi trovo in una barca, un barca che mi porterà ai grandi successi. Dal momento che sentì che dovevo stare con le due gambe sulla barca, capì che era TUTTO O NIENTE, SUBITO O NULLA. Da quel momento in poi penso que se il destino mi ha portato fin qui è perché 1. devo stare qui e 2.

perché è una esperienza che mi permetterà di mettermi in gioco al 100%, un gioco cui vale la pena participare. Sono certo che all’inizio avrò dei momenti alti e bassi, momenti dove mi troverò di fronte a situazioni difficili da affrontare ma me dirò “NON MOLARE” perché sono sicuro che sarò aiutato dall’entusiasmo e dalla voglia di fare delle persone come voi. adesso che ripenso ai momenti più significativi della mia vita professionale, mi rendo conto che non sono stati i contesti, o i tempi e le situazioni a renderli speciali, ma le persone.

Quando ripenso a questi giorni dal giorno 0 nella Prolution, mi accorgo che ci sono persone che condividono le sue esperienze, i suoi insegnamenti. Come lo sono Fabio e Barbara, li menziono perché sono le persone a cui sono stato le sue ombre. Di Fabio ringrazio la con la sua tranquillità e pazienza per spiegare tutto e di Barbara il suo carismatico modo di dare consigli.

ovviamente a Gianluca per darci la spinta nel trampolino e cercare di formarci come veri professionisti con un metodo ben preciso e come tutti gli altri che sono stati in questo percorso di formazione.

Un valore che apprezzo della Prolution family è appunto il aiuto al altro ed è qui che mi fermo e mi dico a me stesso “Non credere che il lavoro che andrai a fare sia inutile perché molte volte sarò fondamentale per varie altre aziende a rimanere in piedi grazie al mio aiuto.”

per finalizzare cito a Gandhi con questa frase “La felicità non viene dal possedere un gran numero di cose, ma deriva dall'orgoglio del lavoro che si fa…” ed io sono orgoglioso del lavoro che farò.


2018 © Prolution Group - All rights reserved.